ANTICHE PESCHE DI MOGLIANO VENETO

Stampa

L' Associazione  TERREVENETE impegnata nel recupero della coltivazione delle
"ANTICHE PESCHE DI MOGLIANO VENETO".

Raccoglitori e lavoranti di pesche presso la famiglia Facchin di Mogliano Veneto. Si ringrazia la Signora Luciana Salin che ha concesso l'uso gratuito della  fotografia.Raccoglitori e lavoranti di pesche presso la famiglia Facchin di Mogliano Veneto.     Fonte :Luciana Salin


La città di Mogliano Veneto sino ai primi anni cinquanta era famosa in moltissimi mercati ortofrutticoli d'Europa per la eccezzionale qualità delle sue pesche.
Purtroppo però dagli anni sessanta in poi la produzione moglianese delle pesche è completamente scomparsa sino al punto che oggi può considerarsi estinta.
A questa realtà però non si è voluto arrendere un gruppo di cittadini che, aderendo ad una idea della moglianese Claudine Danis, si sono organizzati nell' associazione TERREVENETE con lo scopo dichiarato di ricuperare alcune piante dell' antica cultura agricola per ridare vita alla tanto famosa, in altri tempi, qualità di pesche di Mogliano.


"Sino ad ora siamo riusciti a recuperare solo cinque piante che rappresentano cinque varietà delle 25 ricordate dai nostri agricoltori - precisa la Presidente dell'associazione Claudine Danis - Purtroppo nel dopo guerra tutte le varietà autoctone sono state sostituite con varietà nuove,  ma presso alcuni agricoltori del territorio speriamo di rintracciare ancora qualche altra pianta riconducibile alle varietà originali. Il nostro scopo è di praticare degli innesti su piante selvatiche e riavviare una accettabile produzione di nicchia della tanto famosa qualità di pesche di Mogliano".
 
Le prime coltivazioni di pesche sorsero nel nostro comune nel 1870 divenendo ben presto una importante produzione del territorio tanto da essere  ricordata anche nello stemma cittadino. Nel 1927 il territorio dedicato alla peschicoltura era di ben 110 ettari. Questo tipo di coltura si diffuse anche nei comuni limitrofi come Preganziol, Casier, Casale, Zero Branco e Quinto.

Nel 1928 fu costituita la Cooperativa Peschicoltori tra i produttori di pesche di Mogliano con la costruzione di adeguati locali di lavorazione. I primi soci della cooperativa furono 32 con 36 ettari di superficie coltivate e furono spediti in diversi mercati esteri già in questo primo anno di vita 57 vagoni frroviari di prodotto. "Speriamo di effettuare i primi innesti nel prossimo mese  di Agosto - dice la Presidente dell'associazione - cosi da ottenere i primi frutti per il prossimo anno e giungere ad una produzione rappresentativa nel 2013.

Sono ormai diversi mesi che come presidente dell'associazione TERREVENETE mi impegno con il Comune, la Provincia di Treviso, la Regione Veneto, l'Unione Europea e Veneto Agricoltura per un riconoscimento delle "Antiche pesche di Mogliano Veneto".

Rivolgo un appello ai coltivatori che avessero ancora qualche varietà delle antiche pesche di Mogliano perchè piu innesti riusciremo a fare più sicuro sarà il ricupero e la diffusione a livello locale di questa antica coltura. Chiedo inoltre ai cittadini che avessero foto della vecchia lavorazione delle pesche di inviarle alla associazione (fotocopie). Informo inoltre che verrà indetta prossimamente una assemblea pubblica sull'argomento alla quale saranno invitati tutti gli interessati. Reputo questo nostro progetto importante non solo per la conservazione delle tradizioni locali, ma anche per i vantaggi che porterebbe alla città.

CLICCA QUI PER VEDERE TUTTE LE FOTO

Articolo di Gianfranco Vergani pubblicato su MO.VE del Comune di Mogliano Veneto, Maggio 2011.

Info Contatto : info@terrevenete.org
©Copyright 2011-2014 Associazione TerreVenete ® | Powered By TesteCalde Dove nascono le Idee